IL LATO OSCURO DEL LATTE

Il lato oscuro del latte: la vita solitaria dei vitelli chiusi per mesi in piccoli box


Chiusi in piccoli box bianchi, uno accanto all’altro, i vitelli – dopo essere stati sottratti alle madri un giorno dopo la nascita – passano qui molti mesi prima di essere venduti. Se sono femmine a loro volta per diventare produttrici di latte. Se sono maschi per essere avviati verso la macellazione. Le foto, diffuse dall’organizzazione Animal Equality, sono state scattate in Gran Bretagna, alla Grange Dairy di Winfrith Newburgh, vicino a Dorchester nel Dorset. Si tratta di un’azienda che appartiene alla J F Cobb & Sons, una delle maggiori produttrici di latte e derivati del Regno Unito (creata nel 1928) che ogni giorno distribuisce oltre 110 mila litri di latte in tutto il Paese attraverso la rete di negozi di Marks & Spencer. Secondo le leggi britanniche i vitelli possono essere allevati in questi piccoli box solo per un periodo limitato e quando hanno raggiunto le otto settimane di vita devono essere trasferiti nelle stalle. «Ma è evidente che questi animali sono molto più grandi – sottolinea Toni Shephard, direttore di Animal Equality, al Daily Mail – A mala pena riescono a entrare nei box. Vedere questi animali costretti a vivere da soli mentre dovrebbero ancora stare con le loro madri è straziante. Chiediamo a Marks & Spencer di interrompere immediatamente i contatti con questa azienda» . Da parte sua la multinazionale della vendita al dettaglio si è detta «dispiaciuta e contrariata» da quanto le immagini mostrano e ha ribadito che nelle aziende fornitrici le leggi devono essere rispettate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*
Website